Aggiornamento sui vaccini COVID esistenti

v

Da viotopo News
Aggiornamento sui vaccini COVID esistenti

È passato un anno da quando il mondo ha drasticamente cambiato la sua storia recente. La pandemia di Covid-19 ci ha costretti a ripensare il nostro stile di vita e la nostra assistenza sanitaria. In questo contesto, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) collabora con governi e laboratori di tutto il mondo per trovare una soluzione a questo flagello.

I vaccini salvano milioni di vite ogni anno. Gli esseri umani vivono con migliaia di virus e batteri, che dobbiamo affrontare per prevenire le malattie. Cosa fanno i vaccini? Allenati e prepara le difese naturali del corpo, quello che chiamiamo sistema immunitario. Alla fine di marzo 2021, almeno dieci vaccini contro Covid-19 vengono somministrati in diversi paesi, seguendo protocolli che danno priorità alle persone più vulnerabili al virus. Va notato che ci sono più di 200 vaccini sperimentali in sviluppo, di cui più di 60 sono nella fase clinica.

Come spiega l'OMS, i vaccini sono uno strumento fondamentale per porre fine al COVID-19. Il lavoro viene svolto il più rapidamente possibile in modo che vaccini e trattamenti possano porre fine a questa pandemia.

Continuando con ciò che spiega l'OMS, ci sono tre metodi principali per progettare un vaccino. E la recensione è molto accurata. Fondamentalmente: «i metodi si distinguono a seconda che utilizzino virus interi o batteri; solo i frammenti del patogeno che inducono una risposta del sistema immunitario; o solo il materiale genetico che contiene le istruzioni per produrre proteine specifiche e non l'intero virus. «

Attualmente dieci vaccini sono stati autorizzati da un'autorità di regolamentazione competente per l'uso pubblico. Inoltre, ci sono più di 60 vaccini candidati nella ricerca clinica. I vaccini possono essere classificati in base al vettore che usano per introdurre il materiale SARS-COV-2. In queste circostanze, i dieci vaccini in uso, secondo la loro classificazione, sono:

Vaccini RNA messaggeri
Tozinameran (PFIZER-Biontech)
MRNA-1273 (Moderno)

Vaccini contro il coronavirus inattivati
BBIBP-corv (Sinopharm)
BBV152 (Bharat Biotech)
CoronaVac (Sinovac)
WIBP (Sinopharm)

Vaccini da altri vettori virali
Sputnik V (Gamaleya)
AZD1222 (Oxford -AstraZeneca)
AD5-NCov (CanSino Biologics)

Vaccino antigene peptidico
EpivAccorona (Istituto Vektor)

In termini di efficacia, il più alto ottenuto da un vaccino Covid-19 è del 95%. Altri vaccini sono meno efficaci. E in alcuni casi, alcuni sono efficaci solo al 50%.

La temperatura di conservazione dei diversi vaccini è di particolare importanza. I vaccini contro l'adenovirus o il coronavirus inattivati sono conservati in modo sicuro nei frigoriferi o nei frigoriferi tradizionali. Nel frattempo, gli RNA messaggeri richiedono congelatori a -20C, come accade con il vaccino da laboratorio Moderna. Hanno anche bisogno di più freddo, come il -80C di cui il vaccino Pfizer ha bisogno, il che complica notevolmente la sua distribuzione. Vale la pena aggiungere che ci troviamo in un contesto di capacità produttiva limitata da parte dei laboratori. Indubbiamente, questo problema ha indotto gli Stati ad attuare piani per la distribuzione del vaccino in fasi, dando priorità alla popolazione a rischio, agli anziani e alle persone con un alto grado di esposizione e trasmissione, come accade nella maggior parte dei casi con gli operatori sanitari.

World Health Organization

Si prega di accedere o registrarsi per valutare questo nuovo.

Pubblicità