Dopo molti anni, il Museo Archeologico di Paphos apre le sue porte al pubblico

v

Da viotopo News
Dopo molti anni, il Museo Archeologico di Paphos apre le sue porte al pubblico

Infine, il Museo Archeologico di Paphos ha aperto le sue porte dopo un lungo lavoro di ristrutturazione e miglioramento. Va ricordato che il museo è stato chiuso dal 2016 e il progetto è stato ritardato a causa di una disputa tra il sindaco della città, Phedonas Phedonos, e il dipartimento delle antichità.

È bene comunicare che l'ingresso al museo di Paphos è gratuito, una decisione che cerca di aumentare il numero di visitatori verso il basso a causa della pandemia.

Il Museo Archeologico di Paphos copre circa 10.000 anni di storia, con reperti risalenti al periodo calcolitico (8300 a.C.), fino al 1700 d.C. L'intera collezione è suddivisa in diversi ambienti e classificata a seconda del periodo e del distretto da cui sono stati ottenuti i resti archeologici. Il museo si trova nella parte vecchia della città.

Nella prima sala espositiva sono conservati resti archeologici del periodo calcolitico. Sono stati scoperti nei siti di scavo nei villaggi di Kissonerga e Lemba. In questa sala sono presenti anche manufatti ceramici che coprono tutte le fasi dell'Età del Bronzo. Questo periodo dura circa 1.250 anni, dal 2300 a.C. fino al 1050 a.C. Vale la pena notare la piccola, ma non meno importante, collezione di gioielli di questo periodo.

La sala accanto al museo si occupa dei periodi arcaici e classici, che vanno dal 750 a.C. al 325 a.C. Tutto ciò che si trova qui proviene da Palaepaphos (villaggio di Kouklia), Marion (oggi Polis Chrysochous) e Nea Paphos (ora Kato Paphos). In questa stanza, c'è un'interessante collezione di ceramiche importate da Atene, Grecia. Un'interessante collezione in questa sala si occupa di monete antiche appartenenti agli antichi regni di Paphos e Marion. Ci sono anche monete del periodo ellenistico e romano.

Così si svolgono stanze diverse, che mostrano periodi chiave nella storia dell'umanità. Ci sono testimonianze ellenistiche e romane, che risalgono al 325 a.C. fino al 330 d.C. Qui possiamo trovare un raro busto marmoreo di Afrodite e una statua dello stesso materiale di Asklepios, l'antico dio greco della Medicina. Inoltre, una collezione unica di vasi di argilla si trova a Nea Paphos. Questi contenitori erano usati in tempi antichi per scopi terapeutici: erano riempiti con acqua calda o fredda e posti su diverse parti del corpo umano.

La quarta sala del museo è dedicata agli oggetti del parco archeologico di Kato Paphos. Questi sono oggetti che sono stati scoperti negli scavi presso la Casa di Dionysos. Comprende dipinti murali e ceramiche romane di case e tombe. Inoltre, sono in mostra oggetti del periodo paleocristiano di Cipro e del periodo delle incursioni arabe.

Nel frattempo, la quinta sala ospita una collezione di antichità medievali. Vengono anche da scavi a Kato Paphos e da Panagia Chrysopolitissa e Saranta Kolones. I reperti includono ceramica smaltata decorata e altri oggetti come vasi di vetro. I reperti esposti in questa sala risalgono al 1000 d.C. fino al 1700 d.C.

L'indirizzo del museo è Griva Digeni Avenue 43, Paphos. Per informazioni sulle visite, è possibile chiamare il numero di telefono +357 26 95 58 01.

Come arrivare a Parco Archeologico

Strutture vicino a by

0.99 km

Affare
Foto, proprietà

425,000

+IVA Negoziabile
Tipo di proprietà

Bungalow in Vendita

Località

Paphos, Paphos

letti 4 letti
bagni 2 bagni
2 m2 130 m2

Trama

210 m2

4.72 km

Ambìto
Foto, proprietà
Tipo di proprietà

Bungalow in Vendita

Località

Paphos, Kissonerga

letti 2 letti
bagno 1 bagno
1 m2 85 m2

Trama

250 m2

35.81 km

Lussuoso
Foto, proprietà
Foto

6

350,000

Negoziabile
Tipo di proprietà

Appartamento in Vendita

Località

Limassol, Limassol

letti 3 letti
bagni 3 bagni
3 m2 300 m2

Si prega di accedere o registrarsi per valutare questo nuovo.

Pubblicità