Parco delle sculture di Ayia Napa

v

Da viotopo News
Parco delle sculture di Ayia Napa

Ayia Napa è sinonimo di bellezza a Cipro. Poche denominazioni mediterranee sono così identificate con l'isola. Situata nella parte orientale, a sud di Famagusta, Ayia Napa rappresenta la magia cipriota nella sua interezza e ha l'origine del suo nome in un monastero. Ayia significa «santa», e «Napa» significa «valle boschiva».

Ci sono innumerevoli attrazioni in questa regione vicino a Capo Greco, uno dei luoghi più famosi di Cipro per la sua natura, grotte, scogliere e foreste.

Tra le tante attrazioni, ne troviamo una molto particolare: Ayia Napa Sculpture Park. Di cosa si tratta? Questo parco è un grande progetto per promuovere l'arte e la cultura, offrendo ai cittadini e ai turisti un luogo unico per divertirsi.

Il parco si estende su 20.000 mq in una splendida area di cespugli e rocce chiamata Stronjilovounano. Pini, cipressi, terebinth, alloro e altri alberi danno una cornice particolare al luogo.

L'iniziativa per costruire questo parco è venuta da Kikis Konstantinos, amante dell'arte e della cultura. Le opere d'arte trovate sono state realizzate da scultori ciprioti, la stragrande maggioranza in occasione del Simposio Internazionale Annuale sulla Scultura. La prima edizione è stata nel 2014, e ha servito come punto di partenza per una serie di eventi simili (quattro in totale) che si sono svolti negli anni successivi fino al completamento del parco.

Questo progetto mira a promuovere l'arte e la cultura, alla ricerca di giovani talenti e artisti rinomati per esprimere i loro sentimenti e creatività alla comunità. Nel parco spiccano molte opere, tra le quali possiamo evidenziare:

Europa e Zeus: è opera dell'artista Mischa Pertsev. Si tratta di una composizione composta da due figure, maschili e femminili. Insieme raggiungono una forza unificata e dimostrano che la natura è la base di tutta la vita.

Esuli: l'opera corrisponde a Beáta Rostás. Possiamo vedere un uomo e una donna fortemente connessi e abbraccianti. L'uomo protegge sua moglie da ogni problema, prendendo i suoi bagagli e andare avanti.

Ippopotamo: È opera di Alex Welch. Il cavallo del fiume è in attesa e guarda con eleganza, ammirando tutto ciò che lo circonda.

Spirale: Questo lavoro appartiene a Tobel ed è dal 2016. Lo scultore segue la forma e il movimento naturali della pietra, lasciando inalterato il corpo esterno della pietra.

Spazio vitale: il suo autore è l'artista Lorena Olivares. Vi invita nella stanza interna con il suo lavoro, sentendo il cuore della pietra, collegandovi con la saggezza ancestrale che esiste dentro di noi.

Armonie del mondo moderno: l'autore è Gilles Vitaloni. Il tema ci mostra che il mondo è portato dall'architettura del tempo. E così, l'armonia e la velocità delle aziende vogliono rappresentare la modernità e la serenità ideale.

Triptico organico: Questo lavoro appartiene a Vincent Beaufils-Hourdigas. Come dice l'autore: «Prima di correre nella furia dei torrenti L'acqua sposò l'oro del sole, Sognando un lago dormiente, non vorrai svegliarti Prima di toccare il cielo.»

Si prega di accedere o registrarsi per valutare questo nuovo.

Pubblicità